Topic ad off topic


1. L'argomento dei gruppi

Secondo le regole di USENET, ciascun newsgroup è deputato ad accogliere solo le discussioni relative ad un argomento ben definito e specifico: in pratica, ogni gruppo è dedicato ad un argomento, e solo a quello, ogni tema ha il suo newsgroup dove discuterne. Poiché i newsgroup sono migliaia e non è possibile seguirli tutti, specializzare le aree di discussione secondo l'argomento ha il vantaggio di fornire agli utenti un modo in fondo semplice per determinare in quali gruppi una data questione possa interessare agli altri partecipanti. 
In prima approssimazione, un'idea sull'argomento a cui è dedicato ciascun gruppo può essere ricavata dal suo stesso nome: ad esempio, un newsgroup chiamato it.discussioni.droghe servirà per discutere di droghe, quello con nome it.hobby.fai-da-te sarà dedicato al bricolage.

Ogni newsgroup possiede anche un titolo, della lunghezza massima di 79 caratteri, che ne descrive in breve l'argomento. Ad esempio:

it.discussioni.droghe	Gli uomini e le droghe (legali e non) (Moderated)
it.hobby.fai-da-te      Far da sé col legno ed altri materiali

La porzione finale - "(Moderated)" - della descrizione del primo gruppo, serve ad avvertire gli utenti che quello è un newsgroup moderato, in cui cioè i messaggi vengono letti ed approvati (o respinti) a mano da un essere umano chiamato moderatore prima di diventare leggibili dagli utenti. Putroppo, soltanto pochi newsreader sono in grado di mostrare all'utente il titolo dei gruppi ed ancora di meno consentono ricerche al loro interno in fase di scelta dei gruppi da leggere o da sottoscrivere sicché l'utiltà di questa funzione è in pratica molto limitata.

Ciascun newsgroup possiede infine un Manifesto, un testo in prosa dalla lunghezza significativa che descrive nei dettagli a quali argomenti sia dedicato quello specifico gruppo. Il manifesto viene di norma redatto prima della creazione del gruppo a cui si riferisce da chi la propone e resta usualmente invariato durante l'intera l'esistenza dell'area di discussione.

L'elenco completo dei newsgroup che fanno parte della gerarchia it.* ed il manifesto di ognuno di essi sono disponibili sul sito ufficiale del GCN, il gruppo di persone che la amministra, alla pagina http://www.news.nic.it/gruppi-it.html.
Per le altre gerarchie italiane purtroppo non sono più disponibili indici ufficiali o raccolte dei manifesti dei gruppi.

 

2. L'off topic

Per le ragioni più diverse può capitare che un utente invii ad un newsgroup un qualche messaggio dal contenuto non in linea con l'argomento a cui è deputata quell'area di discussione. Un messaggio con queste caratteristiche è detto off topic oppure in italiano fuori tema ed il suo invio è considerato un abuso da parte di chi lo abbia postato.
Finché l'invio di messaggi off topic si verifica solo saltuariamente e riguarda un numero esiguo di messaggi, c'è in generale nei lettori molta tolleranza verso questa pratica perché i newsgroup sono spesso vissuti come delle comunità dagli utenti che vi partecipano e questo spinge le persone a servirsene a volte anche per esternare i propri pensieri agli altri partecipanti pure quando questi siano fuori dal tema del gruppo. Ciò però vale solo entro certi limiti in effetti abbastanza esigui. L'invio sistematico di messaggi dal contenuto che nulla ha a che vedere con l'argomento a cui è dedicato il gruppo che li riceve rende noiosa la sua frequentazione perché costringe gli utenti a sorbirsi l'estenuante lettura di articoli che riguardano argomenti che non li interessano. Soprattutto quando i messaggi off topic diventano molto numerosi e sono mescolati a quelli genuini, il loro numero può rendere complicato seguire le discussioni in tema col l'argomento del gruppo perché queste finiscono con l'essere sommerse dalla massa debordante degli articoli che parlano d'altro.

I messaggi off topic sono generalmente tollerati solo finché restano poco numerosi sia sul totale dei messaggi inviati da ciascun loro mittente che sul numero complessivo di quelli postati sul newsgroup.

Ancora, possono verificarsi casi in cui un contenuto fuori tema avente un particolare argomento risulti offensivo o molto sgradito ai frequentatori di un dato newsgroup per la particolare relazione esisente fra ciò di cui parla ed il tema a cui è dedicato il gruppo. Ad esempio, un messaggio in cui si magnifichino le bontà della porchetta - una pietanza ricavata dalla lavorazione della carne di maiale - risulterà molto sgradito in un newsgroup che ha per tema la religione islamica perché questa considera tutti i suini animali impuri e vieta ai fedeli di cibarsene. In questi casi, i lettori del gruppo coinvolto tendono a considerare l'abuso come serio anche quando i messaggi fuori tema siano stati numericamente pochi quindi a protestare con veemenza con l'amministratore del server attraverso cui siano stati postati vivendo questo comportamento come un affronto a loro.

 

3. I messaggi senza senso

Un particolare tipo di messaggi fuori tema è rappresentato dai post privi di senso compiuto.  Non è molto difficile creare un programma che, attingendo da un vocabolario fornitogli dall'utilizzatore, costruisca in modo automatizzato un testo consistente in serie di parole scelte a caso quindi lo posti automaticamente nel gruppo che ne è il bersaglio. I testi così creati tendono ad ingannare i filtri antispam utilizzati dai news server perché sono ovviamenti sempre diversi da quelli già postati in passato e perché comunque simulano le strutture grammaticali della lingua in cui è scritto il testo rendendo in tal modo molto difficile per una macchina accorgersi che non hanno senso compiuto. Sebbene questo genere di messaggi abbiano nei flood - una tipologia di abusi che mira a rendere impossibile da leggere un newsgroup saturandolo di messaggi irrilevanti - l'impiego d'elezione, tuttavia sono stati largamente utilizzati soprattutto nel passato anche solo come strumenti di disturbo alla discussione. L'invio di messaggi di questo tenore è universalmente considerato un abuso grave anche quando il numero totale dei post con queste caratteristiche resta esiguo.

 

4. Qualche suggerimento

Il modo migliore per evitare abusi inconsapevoli sui gruppi che non si conoscono è di leggerli per qualche tempo prima di cominciare a postare i propri messaggi. Ancora, soorattutto all'inizio, è buona cosa adeguarsi alle convenzioni già in uso da parte degli altri utenti anche quando appaiono strane od incomprensibili. La lettura del manifesto dei newsgroup che si intendono seguire è caldamente raccomandabile a tutti: qualunque regola speciale che riguardi quel singolo gruppo sarà sempre chiaramente esplicitata al suo interno.